Zeolite e Termalismo: un’alleanza per la salute

Lo scorso sabato 10 luglio, nella splendida cornice delle Terme di Sorano (Gr), si è svolto il Convegno dal titolo “Zeolite e Termalismo: un’alleanza per la salute“.

Il sindaco Pierandrea Vanni ha introdotto la giornata di studio, sottolineando come “il nostro è un ambiente ancora sostanzialmente incontaminato, in cui trovano spazio sia una struttura termale significativa che una cava di ottima zeolite. Il progetto che inizia oggi è importante, in quanto crediamo nella medicina integrata e nella possibilità di nuove alleanze, come quella, appunto, che si può creare tra il termalismo e la zeolite. Ne seguiremo con attenzione gli sviluppi e, come amministrazione, ci impegneremo per dare il massimo, affinchè si ottengano risultati importanti sia per la salute delle persone che per la valorizzazione del nostro territorio”.

Fabio Roggiolani, dell’”Osservatorio di Medicina Integrata”, tra i promotori dell’evento, ha ricordato che “sono ormai milioni gli italiani che fanno uso della medicina integrata, di cui presto ne rappresenterà uno dei ‘fari’ l’Ospedale di Pitigliano (Gr). Oggi, però, vogliamo scoprire le infinite possibilità che offre la zeolite e le vogliamo interconnettere con la grande forza curativa delle acque termali, che da tempo dimostrano sul campo la loro efficacia. L’obiettivo è quello di creare a Sorano un incubatore di impresa per lo sviluppo delle varie applicazioni della zeolite, in primis quelle legate alla salute, al benessere ed all’uso termale”.

Il professor Elio Passaglia (Università di Modena e Reggio Emilia) ed il professor Fedele Manna (Università “La Sapienza” di Roma) si sono incentrati sulla zeolite, evidenziandone i molteplici benefici sia per la protezione ambientale che per la salute delle persone. Quanto a quest’ultimo aspetto, numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il minerale ha un’elevata attività antiossidante, un’azione adiuvante in molte patologie (comprese quelle tumorali), una capacità di ridurre gli effetti secondari della chemioterapia e della radioterapia, una riduzione della produzione di acido lattico ed, infine, un’elevata capacità di legare metalli pesanti e tossine..

 

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Este sitio web utiliza cookies política de cookies. ACEPTAR

Aviso de cookies